Il Ministero delle Finanze del Vietnam ha proposto di apportare una serie di modifiche al sistema fiscale attuale, tra cui l’aumento dell’imposta sul valore aggiunto, l’introduzione di una nuova tassa sulle bevande zuccherate, dazi più elevati sui prodotti del tabacco, la riduzione dell’aliquota dell’imposta sul reddito delle società ed una revisione delle aliquote dell’imposta sulle persone fisiche.

L’imposta sul valore aggiunto potrebbe essere aumentata dal 10% al 12% a partire dal 2019, con un possibile aumento fino al 14% a partire dal 2021.

Altre modifiche sono state proposte con riguardo alle imposte indirette prevedendo l’introduzione di un prelievo del 10% o 20% sulle bevande zuccherate a partire dal 2019 e tasse più elevate sulle sigarette e sui veicoli di grandi dimensioni.

Il Vietnam sta prendendo in considerazione di ridurre le aliquote dell’ imposta sul reddito delle società per piccole e medie imprese.

In un ulteriore annuncio pubblicato il 17 agosto, il Ministero delle Finanze ha anche proposto di ridurre il numero delle fasce di reddito lasciando le seguenti aliquote del 5%, 10%, 20%, 28% e 35%.