Il 2 marzo 2018, la Commissione Europea ha proposto che le autorità doganali e gli operatori economici dovrebbero poter continuare ad utilizzare fino al 2025 i sistemi già esistenti per l’espletamento di tutte le formalità doganali.

La modifica riguarda il codice doganale dell’Unione, un nuovo regolamento quadro per le norme e le procedure doganali in tutta l’Unione Europea. Rappresenta un’importante revisione dell’attuale normativa doganale europea che risale al 1992. Il pacchetto è entrato in vigore il 1 maggio 2016. Nel gennaio 2018, la Commissione Europea ha dichiarato che il nuovo codice è stato introdotto nei rispettivi quadri normativi degli Stati membri senza intoppi.