flag-map-40467_640I membri del Parlamento Europeo (MEPs) hanno approvato un accordo tra l’Unione Europea e Andorra sullo scambio automatico di informazioni rilevanti al fine della riscossione delle imposte.

L’accordo è stato approvato il 9 marzo con 647 voti favorevoli, 29 contrari e 21 astensioni. Ai sensi all’accordo, gli stati membri dell’Unione Europea e Andorra dovranno iniziare a raccogliere i dati a partire dal 1° gennaio 2017, mentre i primi scambi di informazioni dovranno iniziare nel 2018.

L’accordo è stato firmato il 12 febbraio 2016. Questo va a sostiture un precedente accordo, firmato nel 2004, il quale prevedeva che Andorra dovesse applicare delle misure equivalenti a quelle previste dalla direttiva UE sulla tassazione dei redditi da risparmio. La direttiva è stata abrogata nel novembre 2015, al fine di evitare sovrapposizioni con un’altra direttiva specifica sullo scambio di informazioni a richiesta.

Ai sensi del nuovo accordo, gli Stati membri riceveranno automaticamente i nomi, gli indirizzi, i codici di identificazione fiscale e le date di nascita dei soggetti residenti che detengono dei conti correnti ad Andorra e viceversa, insieme ad altre informazioni finanziarie e informazioni relative al saldo dei conti correnti.

Secondo il Parlamento Europeo, l’accordo consentirà alle autorità fiscali di identificare correttamente i contribuenti interessati, gestire e garantire l’applicazione delle leggi fiscali nelle situazioni transfrontaliere, valutare la probabilità di frodi fiscali ed evitare inutili ulteriori indagini.