Il Revenue Service del sudafrica ha rivelato che si impegnerá ad effettuare lo scambio automatico delle informazioni fiscali entro settembre 2017 con le autorità fiscali di oltre 50 altre giurisdizioni in base Common Reporting Standard dell’OCSE.

Il Revenue Service ha rilevato che l’adozione del Common Reporting Standard obbliga le istituzioni finanziarie sudafricane a riportare le informazioni all’Ufficio delle Entrate entro il 31 maggio 2017 sui clienti che non sono residenti fiscali nel Sud Africa. Le informazioni relative all’esercizio finanziario che va dal 1 marzo 2016 al 28 febbraio 2017 saranno poi trasmesse alle autorità fiscali competenti.

In seguito alle modifiche legislative apportate alla Legge sull’amministrazione fiscale, le istituzioni finanziarie sudafricane vengono istruite in merito alle informazioni riguardanti conti finanziari, ai diversi tipi di account e alle procedure di due diligence da seguire.

L’Agenzia delle Entrate del Sudafrica ha avvisato i contribuenti che potrannono essere contattati dalle proprie Istituzioni finanziarie per dichiarare la propria residenza fiscale, in Sud Africa o in un’altra giurisdizione. Si tratta di un requisito previsto dalla Legge sull’Amministrazione fiscale.