romania1L’aliquota d’imposta sul valore aggiunto della Romania è scesa dal 24 per cento al 20 per cento il 1° gennaio.

Il taglio dell’aliquota è stato incluso negli emendamenti al Codice Fiscale, che sono stati adottati l’anno scorso dopo un lungo dibattito sulla questione se i profondi tagli fiscali per la Romania fossero stati prudenti.

In precedenza, i legislatori avevano approvato una riduzione del cinque per cento, ma la proposta è stata bloccata dal veto del presidente del paese, Klaus Iohannis.

Dopo le modifiche al piano di imposta, l’ex primo ministro Victor Ponta ha detto che il governo avrebbe cercato di introdurre l’aliquota al 19 per cento dal 2017. Ponta si è dimesso nel novembre 2015 a causa di un argomento correlato.