In seguito all’annuncio dell’HMRC che ha previsto che la scadenza di quest’anno per i trust esistenti sarà di fatto estesa dal 31 gennaio al 5 marzo 2018, continua la travagliata introduzione nel Regno Unito del servizio di registrazione on-line dei trust.

L’ HMRC, inoltre, ha riesaminato la guida che indica chi deve essere identificato individualmente come “beneficiario” e quando è ammissibile semplicemente fornire una descrizione della classe. La guida è ancora poco chiara e, nella nostra ottica, in contrasto con i regolamenti, ma la corrente posizione dell’HMRC è che il beneficiario nominato in un trust o colui che riceve beneficio da un trust deve essere identificato individualmente. Al contrario, una descrizione della classe sarà sufficiente per le classi non nominate, anche se alcuni membri possono essere identificati (salvo se ne hanno benificiato) e possono diventare potenziali beneficiari in relazione alla morte di un beneficiario nominato.

In aggiunta, i singoli dettagli devono ancora essere forniti per i disponenti, i trustee, i potenziali beneficiari a cui si fa riferimento in una lettera di intenti, i protettori ed altri con potere dl controllo. L’HMRC ha confermato che gli avvocati che sono stati nominati dai trustee vengono controllati per tale motivo e quindi, i loro dettagli personali devono essere divulgati.

Separatamente, il Ministero del Tesoro ha confermato che, mentre i regolamenti europei continueranno ad applicarsi una volta che il Regno Unito lascera’ l’Europa, il Regno Unito si opporrà ad ogni pressione europea per garantire pubblico accesso al registro, al fine di proteggere i diritti individuali della privacy.