Brexit: gli obiettivi del Governo per un accordo entro la fine di novembre: alcune fonti riportano che i Ministri hanno concordato che raggiungeranno un accordo con l’Unione Europea entro la fine di novembre. “Ognuno ha avuto modo di percepire le difficoltà che comporta l’uscita dall’Unione Europea”, un portavoce del Governo ha dichiarato alla BBC.

Fox: “Impossibile” dire se l’accordo sulla Brexit potrà essere raggiunto questo mese o il prossimo: martedì il Ministro del commercio britannico, Liam Fox, ha dichiarato che era impossibile per lui stabilire se l’accordo sulla Brexit potesse essere raggiunto con l’Unione Europea questo mese o il prossimo, ma la Gran Bretagna voleva un contratto e raggiungere un accordo è meglio che non raggiungerne nessuno.

I Membri del Parlamento avvertono che i piani post Brexit“profondamente preoccupanti” del Governo non possono sostituire un terzo delle Leggi dell’Unione Europea: la Commissione dichiara che vi è ancora incertezza in merito alla Normativa sull’ambiente, così come vi è incertezza sul nuovo organismo che si occupa di garantirne la sua applicazione. Il Governo non si è ancora impegnato a sostituire circa un terzo delle norme ambientali che regola l’aria, l’acqua, i prodotti chimici e lo smaltimento dei rifiuti che non possono essere copiate nella Legislazione del Regno Unito da parte dell’Unione Europea. A distanza di cinque mesi dall’uscita, i membri del Parlamento del Comitato per il controllo ambientale hanno affermato che la mancanza di chiarezza su un considerevole numero di regolamenti era “profondamente preoccupante”.

La speranza che venga raggiunto un accordo sulla Brexit aumenta con “un importante passo avanti” sulla questione del confine irlandese: le speranze di Theresa May di garantire un accordo di recesso sono aumentate dopo che era arrivata vicina alla vittoria dei tornei di sostegno del suo gabinetto, l’ultimo importante punto critico nei negoziati con Bruxelles. Il Primo Ministro ha incaricato l’avvocato generale, Geoffrey Cox, di elaborare piani legali per un “meccanismo di revisione” al fine di risolvere la questione dell’Irlanda.

Il Governo del Regno Unito concorda affinché un summit dei leader dell’Unione europea firmino un accordo sulla Brexit questo mese ma probabilmente non accadrà e a metà dicembre si cercherà una prospettiva più realistica. I ministri sono stati informati dal procuratore generale, Geoffrey Cox, sulle varie opzioni per un meccanismo che consenta al Regno Unito di chiudere la questione irlandese nel caso in cui i negoziati per un accordo a lungo termine con l’Unione Europea si siano interrotti. Il Consiglio dei Ministri si riunirà nuovamente prima di concludere qualsiasi accordo con l’Unione Europea.