Dal 1 aprile 2018 gli amministratori, i dirigenti, i membri del consiglio di amministrazione delle società portoghesi ed i soggetti delegati possono firmare ed autenticarsi elettronicamente, convalidare le proprie capacità e i propri poteri vincolanti utilizzando il cosiddetto Sistema di Certificazione delle Qualità Professionali.

La firma elettronica qualificata mediante chiave digitale

L’articolo 1, lettera b), della Legge n. 37/2014 del 26 giugno ha introdotto la creazione di una chiave mobile digitale come mezzo complementare e volontario per la firma elettronica qualificata in accordo con il Regolamento (UE) n. 910/2017 del Parlamento europeo e del Consiglio del 23 luglio 2014 relativo all’identificazione elettronica ed ai servizi fiduciari per le transazioni elettroniche nel mercato interno.

La chiave digitale era in origine un mezzo alternativo di autenticazione e di accesso ai servizi nei portali e nei siti Internet di enti pubblici e privati ​​che utilizzano il cellulare o l’email. E` possibile unirsi a questo sistema online autenticandosi e richiedendo la chiave digitale tramite il portale web del sistema o facendone richiesta al Citizen’s Bureau associandola alla carta d’identità portoghese.

La certificazione delle qualità professionali

Ora, con l’entrata in vigore del decreto n. 73/2018 del 12 marzo il 1 aprile e sulla base di quanto stabilito nell’articolo 546, n. 1 del Codice delle Società Commerciali Portoghesi , i membri del Consiglio di amministrazione, i dirigenti o gli amministratori ed i delegati possono convalidare le proprie capacità e i propri poteri vincolanti utilizzando una firma elettronica qualificata con i loro telefoni cellulari.

Questo nuovo sistema, che è noto come Sistema di Certificazione delle Qualità Professionali, abilita il legame della firma elettronica qualificata di un individuo con la certificazione delle sue capacità e dei suoi poteri vincolanti. Questa associazione può essere certificata utilizzando una chiave digitale su dispositivi mobili (Chave Móvel Digital), in modo tale da consentire la firma dei sottostanti contratti a distanza con una firma elettronica:

  1. Contratti con fornitori di energia elettrica, acqua, gas e telecomunicazioni;
  2. Contratti con altri fornitori, entro il limite definito dagli organi societari;
  3. Contratti di lavoro;
  4. Formazione ed esecuzione di contratti pubblici, nell’ambito degli appalti pubblici;
  5. Presentazione ed esecuzione delle domande di finanziamento, entro il limite definito dagli organi societari;
  6. Presentazione ed esecuzione di richieste di finanziamento nazionale o europeo;
  7. Apertura e transazioni di conti bancari;
  8. Verbali e delibere sociali;
  9. Ricezione e raccolta di corrispondenza.

Queste caratteristiche possono essere associate alla Citizen Card o alla chiave digitale mobile (Chave Movel Digital) direttamente dalla parte interessata o attraverso un servizio clienti digitale come definito dal Decreto Legge n. 74/2014 del 13 maggio. L’associazione può essere costituita da avvocati, solicitors e notai, una volta che le rispettive associazioni professionali hanno aderito al sistema attraverso un protocollo con AMA – l’Agenzia per la Modernizzazione Amministrativa.