I restanti Paesi firmatari del Partenariato Transatlantico hanno accettato di raggiungere un accordo senza gli Stati Uniti.

Gli Stati Membri aderenti al Patto (Australia, Brunei, Canada, Cile, Giappone, Messico, Nuova Zelanda, Malaysia, Perù, Singapore ed il Vietnam) si sono incontrati ad Hanoi durante il fine settimana per discutere su come procedere dopo il ritiro degli Stati Uniti.

Il Primo Ministro della Nuova Zelanda, Bill English, ha dichiarato la scorsa settimana durante una visita in Giappone che sperava che un accordo di sostituzione sarebbe stato approvato dalla prima metà del 2018.

I Paesi aderenti al Partenariato Transatlantico si sono incontrati per la prima volta in Cile nel marzo 2017. Un altro incontro è previsto entro novembre 2017.

Una volta che tale accordo sarà ratificato ed entrerà in vigore in tutti i Paesi firmatari, quest’ultimo porterà all’eliminazione immediata della maggior parte delle tariffe doganali sui beni industriali, prevedendo tariffe ridotte su alcuni beni sensibili.