L’Organizzazione Mondiale del Commercio ha constatato che in Messico, in seguito all’introduzione di una serie di riforme fiscali, è aumentato il gettito fiscale del 9,7% del PIL nel 2013 e del 13,1% del PIL nel 2015.

Le misure adottate in base alla riforma del 2013 prevedono un ampliamento della base imponibile per il calcolo dell’imposta sul reddito, un minor numero di esenzioni fiscali dall’imposta sul valore aggiunto, la revisione delle norme fiscali nel settore minerario e l’introduzione delle “green taxes”.

L’Organizzazione Mondiale del Commercio ha sottolineato che il Messico ha, inoltre, ridotto il numero delle linee tariffarie soggette al pagamento delle tasse di esportazione da 25 nel 2012 a due nel 2016 – bitume, asfalto e miscele bituminose. Il Messico ha poi ridotto il suo tasso di esportazioni dal 50% al 25% in questo periodo.