Nel 2016, la Legge societaria del Lussemburgo del 10 agosto 1915 relativa alle imprese commerciali (The 1915 Act) è stata significativamente modificata dalla legge del 10 agosto dello stesso anno (la New Law).

In seguito all’entrata in vigore della Nuova Legge, la Legge del 1915 e’ stata sottoposta ad una revisione completa della numerazione e dell’organizzazione delle sue diverse sezioni in virtu’ del Regolamento Granducale del 5 dicembre 2017 (the Regulation), e sia la Nuova Legge che il Regolamento sono confluiti nell’attuale versione riformulata della Legge del 1915 (The Amended 1915 Act).

Si sta avvicinando la fine del periodo transitorio finalizzato ad adeguare gli statuti delle societa’ lussemburghesi alla luce delle modifiche introdotte con la Nuova Legge; ciò comporta che le disposizioni obbligatorie della Nuova Legge diventeranno direttamente applicabili, mentre il Regolamento e’ già entrato in vigore il 19 dicembre 2017.

Il periodo transitorio di 24 mesi previsto dalla nuova Legge scade il 23 agosto di quest’anno. A partire da tale data, lo statuto di tutte le societa’ lussemburghesi sarà interamente disciplinato dal Amended 1915 Act. Le modifiche riguarderanno l’intera gamma dei documenti costitutivi relativi alle societa’ lussemburghesi costituite prima dell’entrata in vigore della Nuova Legge (ovvero, prima del 23 agosto 2016), che saranno interessati nel seguente modo:

  • Nel caso in cui vi siano delle disposizioni di legge contrarie alla normativa obbligatoria contenuta nel Amended 1915 Act, quest’ultima prevarrà ipso jure;
  • se una questione non viene disciplinata espressamente nello statuto, questa sarà regolata esclusivamente dal Amended 1915 Act;
  • se lo statuto fa espresso riferimento ad un articolo specifico della Legge del 1915, il relativo articolo contenuto nel Amended 1915 Act verrà direttamente applicato;
  • se sono in vigore accordi extra-statutari, questi dovrebbero essere rivisti per valutare la sussistenza di eventuali conflitti con la Nuova Legge, in modo tale da garantirne l’applicabilità.

A titolo illustrativo, il Amended 1915 Act prevede ora una procedura completa riguardante il trasferimento delle azioni da una societa’ di capitali (ad esempio una SARL – société à responsabilité limitée) ad un soggetto terzo. La Legge in questione prevede uno specifico procedimento finalizzato a garantire che gli azionisti esistenti approvino in anticipo il trasferimento previsto, imponendo in particolare la regolare uscita dell’azionista trasferente entro un periodo massimo di 6 mesi. Nonostante qualsiasi altra disposizione contraria, l’azionista che intende trasferire le sue azioni potrà in ogni caso uscire dalla società.

Vale la pena notare che il legislatore ha consentito che qualsiasi modifica dello statuto societario resasi necessaria in vista della rinumerazione o dell’abrogazione di una disposizione legale ai sensi della Nuova Legge possa essere attuata dal consiglio di amministrazione o dagli amministratori stessi senza la necessità di indire un’assemblea generale degli azionisti. Tuttavia, il Regolamento direttamente applicabile non ha previsto alcuna facoltà di questo tipo a favore degli amministratori, il che implica che tutte le modifiche, anche quelle limitate alla numerazione degli articoli, dovrebbero ora essere effettuate con decisione degli azionisti, almeno per le società per le quali è richiesta tale procedura.

Siccome mancano ormai meno di tre mesi all’attuazione del Amended 1915 Act, è ora che le societa’ lussemburghesi esaminino e prendano in considerazione la necessita’ di modificare, se necessario, il loro statuto nonché degli altri loro accordi in vigore (ad es. patti parasociali, accordi sui diritti di voto, ecc.) al fine di adeguarsi al nuovo quadro normativo.