In seguito alla recente Giurisprudenza della Corte di Giustizia Europea relativa al gruppo indipendente di persone, il Disegno di Legge n. 7278 è stato introdotto in Lussemburgo con lo scopo di attuare il gruppo IVA con effetto a partire dal 31 luglio 2018.

L’articolo 11, paragrafo 1 della Direttiva IVA 2006/112/CE consente agli Stati membri di attuare il gruppo IVA nella loro legislazione nazionale, il che è già stata compiuto da 16 Stati membri e presto sarà compiuto dal Lussemburgo. Si noti che in Francia, le autorità fiscali francesi stanno collaborando con le imprese su una potenziale attuazione di questo regime.

Questa e-alert intende fornire un’istantanea delle caratteristiche principali del Disegno di Legge introdotto in Lussemburgo.

Chi può trarre benefici da questo gruppo IVA?

  • Qualsiasi persona può far parte di un gruppo IVA, inclusi i soggetti passivi non IVA.
  • Le persone devono essere stabilite nel territorio del Lussemburgo, inclusa una stabile organizzazione fisicamente presente in Lussemburgo.
  • Le persone devono essere legate simultaneamente le une alle altre attraverso collegamenti finanziari, economici ed organizzativi.

Il gruppo IVA è obbligatorio?

L’adesione al gruppo IVA è facoltativa.

Tuttavia, una volta che si è deciso di optare per esso, tutte le persone che soddisfano le condizioni legali devono optare per tale appartenenza. Una persona può tuttavia rinunciare all’adesione a meno che la rinuncia fornisca un vantaggio al gruppo IVA o alla persona che vi rinuncia o la persona che rinuncia sia interposta nel circuito economico tra membri del gruppo IVA.

Inoltre, ciascun membro deve rimanere all’interno del gruppo IVA per almeno 2 anni.

Quali sono gli effetti del gruppo IVA?

Le forniture intermedie tra i membri del gruppo IVA sono trattate come “forniture interne” e quindi ignorate ai fini IVA.

Uno dei membri del gruppo IVA viene nominato come suo rappresentante, quest’ultimo è quindi autorizzato ad esercitare i relativi diritti e ad adempiere agli obblighi previsti dalla legge sull’IVA.

Il gruppo IVA diventa il proprio numero di identificazione individuale (nel corso della sua interazione con le autorità IVA) e ogni membro collegato a tale gruppo IVA deve essere dotato di un numero di identificazione ausiliario (quando questi membri interagiscono con i propri fornitori e beneficiari). Dev’essere presentata una dichiarazione IVA unica che includa tutti i membri del gruppo IVA.

Ogni membro del gruppo IVA è responsabile in solido per il pagamento dei debiti IVA dell’intero gruppo IVA a cui appartiene.

È importante comprendere le questioni chiave relative alla decisione di optare per un gruppo IVA. Il regime del gruppo IVA presenta in effetti alcuni vantaggi. Tuttavia, la responsabilità solidale, l’adesione e l’obbligo di rimanere per almeno 2 anni o gli sforzi amministrativi che devono essere sostenuti dai membri del gruppo IVA in relazione alla presentazione dei loro dati al loro membro rappresentativo prima di averli inviati direttamente alle autorità IVA, dovrebbero essere attentamente analizzati quando si considera questa strutturazione fiscale.