india-1309206_640I negoziatori dell’Associazione Europea di Libero Scambio (Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera) e l’India si sono incontrati per fare il punto sullo stato dei negoziati attualmente in corso per la conclusione di accordo bilaterale di libero scambio e di partenariato economico (TEPA – Trade and Economic Partnership Agreement).

Secondo una dichiarazione rilasciata dall’Associazione Europea di Libero Scambio, l’incontro si è tenuto il 10 giugno in “un’atmosfera amichevole e costruttiva”, e nel corso dell’incontro entrambe le parti si sono dimostrate desiderose di affrontare le principali questioni rimaste in sospeso e di riprendere i negoziati quanto prima.

I negoziati tra i Paesi facenti parte dell’Associazione Europea di Libero Scambio e l’India sono inziati nell’ottobre del 2008 e finora si sono tenuti 13 cicli di negoziati.

Tuttavia, dopo l’ultimo round di colloqui, tenutosi a novembre del 2013, c’e’ stata una pausa che si e’ protratta per due anni e mezzo.

Il valore complessivo dello scambio di merci tra gli Stati facenti parte dell’Associazione Europea di Libero Scambio è stato pari a circa 4,5 miliardi di dollari Usa nel 2014, la maggior parte dei quali – quasi 3,7 miliardi di dollari Usa –  relativi agli scambi commerciali tra India e Svizzera.

Nel corso 2014, le tre principali merci oggetto di importazione nei Paesi membri dell’EFTA da parte dell’India sono stati i prodotti chimici organici, le pietre preziose, i metalli, e i tessuti. Nello stesso anno, i tre principali prodotti importati in India dall’EFTA sono stati macchinari ed apparecchi meccanici, prodotti farmaceutici, aeromobili e veicoli spaziali.