liechtenstein-176113__180Un accordo di doppia imposizione tra la Svizzera e il Liechtenstein è stato approvato dalla rispettive autorità delle parti e dovrebbe entrare in vigore il 1 gennaio 2017.

L’accordo è stato approvato dal Consiglio nazionale svizzero e il Governo del Liechtenstein. In base all’accordo, l’aliquota d’imposta alla fonte sui pagamenti di interessi sarà fissata a zero. L’aliquota per i dividendi sarà fissata ad un massimo del 15 per cento, con esenzioni per i fondi pensione e beneficiari effettivi con partecipazioni rilevanti in società che pagano i dividendi.

I salari e le pensioni dei lavoratori transfrontalieri saranno tassati nello Stato di residenza. I soggetti che non tornano al loro luogo di residenza per più di 45 giorni lavorativi in un anno per motivi professionali non saranno classificati come frontalieri.