La premier scozzese Nicola Sturgeon ha annunciato che la prossima settimana presenterà richiesta formale al Parlamento di Edimburgo per un nuovo referendum sull’indipendenza, dopo quello che nel 2014 decise a favore della permanenza nel Regno Unito.

Il Primo Ministro, Nicola Sturgeon, ha dichiarato in una conferenza stampa: “La Scozia si trova in una situazione che non abbiamo voluto noi. Il nuovo referendum consentirebbe al popolo scozzese di scegliere se seguire il Regno Unito verso una hard Brexit o diventare un paese indipendente “.

Mercoledì la premier Theresa May potrebbe innescare formalmente l’art.50 del trattato dell’Unione Europea che prevede il recesso dall’adesione, procedimento che potrebbe poi prendere una piega alquanto agitata se Londra non riuscisse a mantenere il timone dei negoziati con Bruxelles per un divorzio “consensuale”. Il referendum si terrebbe dunque entro il marzo 2019, quando dovrebbe concludersi il negoziato della durata di due anni fra Londra e Bruxelles sull’uscita del Regno Unito dalla Ue.