La Nuova Zelanda ha modificato l’accordo contro la doppia imposizione fiscale concluso con Hong Kong per consentire lo scambio automatico di informazioni in materia fiscale tra le due giurisdizioni.

Una volta entrate in vigore le modifiche, l’Accordo prevede che tra i due Paesi avvenga lo scambio automatico delle informazioni fiscali, in linea con il G20 e l’OCSE (Common Organization for Economic Co-operation and Development).

“Questo permetterà alla Nuova Zelanda di rispettare i suoi obblighi internazionali per completare il primo scambio automatico di informazioni entro il 30 settembre 2018”, ha dichiarato il Ministro delle Finanze Judith Collins.

L’accordo contro la doppia imposizione esistente tra la Nuova Zelanda ed Hong Kong è stato firmato nel 2010 e lo scambio di informazioni era previsto solo su richiesta.

“Il protocollo eliminerà questa limitazione per consentire lo scambio automatico e spontaneo delle informazioni fiscali”, ha affermato Collins.

Il secondo protocollo entrerà in vigore una volta che entrambi i firmatari avranno rispettato i rispettivi requisiti legali.