La Banca cantonale di Zurigo, la più grande banca cantonale svizzera, ha raggiunto un accordo “amichevole” con le autorità tedesche per risolvere una controversia relativa ai conti bancari non dichiarati detenuti dai contribuenti tedeschi.

In una breve dichiarazione rilasciata il 27 dicembre, la banca ha rivelato che un pagamento una tantum di 5,7 miliardi di Euro verrà effettuato alle autorità giudiziarie a Colonia “in connessione con i beni non tassati di clienti tedeschi.”

Secondo tale dichiarazione, tale contratto ha effetto in tutti gli Stati tedeschi.

La Banca ha inoltre dichiarato che il contratto tutela i dipendenti a rischio della banca .