Gli aggiornamenti relativi alla legge sui Trust di Jersey, che prevedono anche maggiore chiarezza circa la divulgazione delle informazioni ai beneficiari, contribuiscono a far sì che l’isola rimanga uno dei principali centri di ricchezza internazionali del mondo, secondo il principale avvocato di trusts del Jersey, Ms Siobhan Riley.

Anziché apportare radicali modifiche alla Legge sui Trusts del 1984, Ms Riley ha dichiarato che le cinque disposizioni chiave dell’emendamento n. 7 hanno semplicemente affinato e migliorato la legislazione esistente; in particolare, è stato rielaborato soprattutto l’articolo 29 relativo alla divulgazione delle informazioni ai beneficiari.

“Sebbene se ne stesse già parlando da un po` di tempo, la revisione dell’articolo 29 rende ora chiaro che i termini di un trust possono limitare il diritto alle informazioni del beneficiario, a seguito di qualsiasi ordine del tribunale” ha affermato la Sig.ra Riley.

“È espressamente prevista la possibilità per un trustee di rinunciare alla divulgazione delle informazioni nel caso in cui questi sia convinto che tale divulgazione non avvenga a vantaggio di uno o piu’ beneficiari. Prevediamo che questo emendamento sarà accolto in modo favorevole dal disponente e dai trustees, poiché porta certezza e pone dei limiti al bisogno del trustee di rivolgersi al tribunale nel caso in cui abbia deciso di non fornire informazioni a un beneficiario”.

Le altre disposizioni chiave contenute nell’emendamento n.7 riguardano la riserva o la concessione di poteri da parte del soggetto che ha costituito il trust, il diritto del trustee a una ragionevole sicurezza e indennità, l’accumulo di reddito e il potere del tribunale di mutare il trust. Queste disposizioni, oltre alla riscrittura dell’articolo 29, vengono esaminate in modo piu` dettagliato nella nota informativa della Legge sul Trust del 2018 (Emendamento No. 7) di Carey Olsen.

Ms Riley ha inoltre aggiunto: “La Legge Trusts del Jersey è molto apprezzata a livello globale ed è stata seguita da molte altre giurisdizioni in tutto il mondo. Come parte del continuo lavoro finalizzato a garantire che il quadro legislativo continui a supportare le esigenze del settore, l’emendamento n. 7 chiarisce e sviluppa alcune disposizioni, ribadendo che Jersey è una giurisdizione di scelta per i clienti facoltosi a livello internazionale”.