In una circolare emessa il 19 febbraio, l’autorità fiscale israeliana ha chiarito l’applicazione delle norme fiscali del paese sulla tassazione delle criptovalute come i Bitcoin.

Tale Autorità ha confermato che i Bitcoin devono essere considerati come proprietà ai fini dell’imposta sui redditi di capitale e che, in quanto tale, i guadagni derivanti dal trading di criptovalute sono soggetti a tassazione quando gli investimenti vengono ceduti. Le imposte sui dividendi subiranno un’aliquota del 25% per gli individui e del 47% per le imprese.