india-1177550_640I funzionari del Governo indiano hanno accettato di estendere l’accordo di libero scambio con il Cile, con lo scopo di espandere gli accordi bilaterali di libero scambio attualmente in vigore tra i due Paesi.

L’accordo (Partial Scope Agreement) è entrato in vigore nel 2007, disciplinando il regime tariffario di circa 474 prodotti oggetto di scambio tra i due paesi. Non appena la modifica verra’ ratificata da entrambe le parti, il nuovo accordo avra’ ad oggetto circa 2.800 prodotti.

Il direttore generale della Direzione generale cilena per le Relazioni Internazionali (DIRECON), Andrés Rebolledo, ha spiegato che, grazie all’estensione dell’accordo in questione, almeno l’80% delle esportazioni dal Cile verso l’India potranno beneficiare di un regime tariffario preferenziale.

Mr Rebolledo ha inoltre aggiunto che tale estensione consentira’ di migliorare il regime tariffario dei prodotti già originariamente presi in considerazione dall’accordo, come ad esempio i concentrati di rame, il pesce, i concentrati di molibdeno, la carne di maiale ed il pollame.

Gli scambi commerciali tra il Cile e l’India hanno raggiunto una cifra pari a 2.7 miliardi di dollari nel 2015. Le esportazioni cilene in India hanno invece raggiunto  i 2 miliardi di dollari sempre nello stesso periodo, mentre le importazioni sono state pari a 720 milioni di dollari.