La distribuzione mensile dei certificati di sponsorship rientranti nella categoria Tier 2 è stata superata per la sesta volta ed il Governo inglese ha comunicato l’esternalizzazione del procedimento per le domande di rilascio del visto a soggetti terzi.

Le richieste di assegnazione dei certificati di sponsporship Tier 2 è stata infatti superata ogni mese a partire da dicembre 2017 e le domande presentate a partire dal 5 maggio 2018 in poi sono state respinte nel caso in cui i richiedenti dovevano essere pagati meno di 55.000 Sterline (equivalente a circa 73,600 Dollari), a meno che non si trattasse di offerte di lavoro per dottorati di ricerca, relative a quella categoria di professioni in carenza di personale o nel caso di soggetti con priorità.

I richiedenti le cui domande sono state respinte saranno in grado di ripresentare la domanda per un certificato di sponsor il mese successivo a condizione che l’offerta del loro potenziale datore di lavoro sia ancora valida. Non vi è alcun diritto di appello in seguito al rifiuto del visto ed è probabile che il numero di domande venga superato nuovamente il mese successivo a causa dell’elevato numero di richieste presentate.

Il 14 maggio il Governo del Regno Unito ha lanciato il nuovo servizio “Find a Job”. Questo sostituirà l’attuale Universal Job Match (UJM), servizio che viene utilizzato dagli sponsor dei visti rientranti nella categoria Tier 2 che hanno il compito di supportare le richieste per il rilascio di tale categoria di visti. Il nuovo servizio mira ad offrire un processo più semplice ed efficiente per effettuare il login ed accedere alle informazioni.

Il database esistente di tutti gli sponsor registrati in UJM verrà automaticamente spostato al nuovo sistema in modo tale da permettere agli sponsor di pubblicare i posti di lavori una volta verificati i dati e la password dell’account.

Le aziende sono in grado di accedere al loro attuale account UJM fino al 17 giugno 2018. Eventuali annunci pubblicitari esistenti o informazioni non verranno spostati nel nuovo servizio.  Pertanto tutte le aziende dovranno salvare tutte le informazioni che desiderano mantenere dall’account di UJM prima del 17 giugno 2018 e UJM notificherà le aziende come salvare le informazioni attualmente presenti sul sito.

L’Home Office ha confermato che le inserzioni pubblicate su tutte e due i siti potranno essere utilizzate per le indagini sul mercato del lavoro del Regno Unito.

A partire dal mese di ottobre 2018, la procedura per richiedere un visto di studio o un permesso di lavoro, o ancora la domanda per ottenere la residenza permanente o cittadinanza del Regno Unito sarà affidata ad un soggetto terzo, Sopra Steria.

Lo scopo è quello di semplificare l’applicazione della presentazione delle domande permettendo ai richiedenti di caricare i documenti richiesti online prima del loro appuntamento biometrico.

I candidati potranno poi prenotare un appuntamento per fornire i loro dati biometrici e la documentazione originale in oltre 60 sedi in tutto il Regno Unito. I documenti originali verranno successivamente restituiti e l’Home Office procederà con la verifica della richiesta.

Non ci sarà più la possibilità di prenotare appuntamenti presso il premium service centre dell’Home Office di Croydon o presso altre sedi del Regno Unito. Tuttavia, alcuni soggetti considerati “vulnerabili” e i richiedenti asilo potranno comunque rivolgersi a questi centri.