rotorua-770738_640Il Ministro del Commercio della Nuova Zelanda, Todd McClay, ha accolto con favore il sostegno del Parlamento europeo per l’avvio dei negoziati per un accordo di libero scambio (FTA) con la Nuova Zelanda.

McClay ha detto che la risoluzione ha ottenuto il sostegno di 479 deputati del Parlamento europeo, il 77% dei 619 che hanno votato.

“L’importanza di concludere un accordo di libero scambio con l’UE non può essere sottovalutata”, ha detto McClay.

“Quest’ultima ha progressivamente ampliato la propria rete di libero scambio ed i nostri esportatori sono diventati sempre più svantaggiati”.

Ha inoltre aggiunto che gli esportatori agricoli della Nuova Zelanda sono soggetti ad aliquote tariffarie del 31,3 per cento nell’Unione Europea, mentre i concorrenti provenienti da paesi come il Cile, Singapore, Sud Africa, Argentina, Vietnam hanno accesso nell’Unione Europea in un regime di esenzione doganale.

“L’ingresso dell’Unione europea nella nostra rete di accordi di libero scambio e’ di fondamentale importanza”, ha detto il ministro del Commercio. “L’Unione Europea è inoltre uno dei più significativi partner commerciali della Nuova Zelanda con un commercio di beni e servizi del valore di 19.6 miliardi di dollari neozelandesi”.

Il ministro ha osservato inoltre che l’UE è la seconda più grande fonte e la terza piu’ importante destinazione della Nuova Zelanda per gli investimenti esteri diretti.

“Attendo con ansia l’avvio dei negoziati e mi congratulo con il Parlamento europeo per questa decisione”, ha detto.