flag-1040554_640Una delegazione cilena guidata dall’ex Presidente Eduardo Frei Ruiz-Tagle ha recentemente visitato la Corea del Sud per discutere la possibilita’ di rafforzare l’accordo di libero scambio (FTA) in vigore tra i due paesi.

Tale accordo è entrato in vigore 12 anni fa. Secondo la Direzione Generale per le Relazioni Internazionali cilena (DIRECON), il volume degli scambi commerciali tra i due paesi è aumentato da circa 1,6 miliardi di dollari del 2003 – prima che l’accordo entrasse in vigore – a più di 6 miliardi di dollari entro la fine del 2015.

I funzionari dei due paesi intendono modificare l’accordo con l’obiettivo di inserire alcune norme finalizzate a incentivare ulteriormente gli scambi bilaterali, promuovere gli investimenti reciproci ed aumentare la cooperazione economica.

Lo scorso anno Pablo Urria, direttore degli affari economici bilaterali presso la DIRECON, ha evidenziato che 370 prodotti cileni, principalmente del settore agro-alimentare, non beneficiano di un trattamento tariffario preferenziale ai sensi dell’accordo di libero scambio attualmente in vigore tra il Cile e la Corea del Sud.

La delegazione cilena ha programmato anche una visita in Vietnam dal 13 al 16 luglio per modificare l’accordo di libero scambio attualmente in vigore tra i due Paesi, in particolare le norme che disciplinano l’ingresso della frutta fresca in Vietnam.