Durante il Joint Business Community 2017 tenutosi il 26 gennaio, il capo dell’esecutivo di Hong Kong, CY Leung, ha sottolineato l’importanza per la città di concludere un accordo di libero scambio globale.

Si sperava che i negoziati con i 10 Paesi membri dell’Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asiatico (ASEAN) – Brunei, Cambogia, Indonesia, Laos, Malesia, Myanmar, Filippine, Singapore, Tailandia e Vietnam – potessero essere conclusi nel 2016.

Leung ha confermato che il Governo sta ancora “lavorando duramente per tenere il passo con le ultime trattative con ogni paese membro dell’ASEAN. L’ASEAN è il nostro secondo partner commerciale e non vediamo l’ora di concludere un accordo di libero scambio con tutti i suoi paesi membri a fine marzo”.

Dopo la conclusione dei negoziati sull’accordo di libero scambio con i Paesi membri dell’ASEAN, si prevede che Hong Kong aderirà al Partenariato Economico Regionale, per il quale sono attualmente in corso i negoziati tra i Paesi dell’ASEAN ed i suoi sei partner commerciali: Cina, Giappone, Corea del Sud, Australia, Nuova Zelanda e India.