berlin-51058_640Il Fondo Monetario Internazionale ha sollecitato la Germania ad abbassare l’attuale aliquota dell’imposta sul passaggio di proprieta’ dei beni immobili per le nuove costruzioni al fine di incentivare l’offerta di alloggi.

Gli Stati tedeschi sono stati liberi di fissare l’aliquota dell’imposta sul trasferimento immobiliare a partire dal 2007. Da allora, le aliquote dell’imposta sono aumentate dal 3,5% del 2006 al 6,% attuale. Inoltre, siccome i terreni possono essere tassati più volte prima che la nuova costruzione venga completata, cio’ crea delle distorsioni e contribuisce all’aumento dell’aliquota fiscale effettiva.

Il report afferma che le autorità tedesche “per la tassazione sul trasferimento dei terreni nel caso di nuova costruzione potrebbero prendere in considerazione l’adozione di un sistema simile a quello dell’Iva, in modo tale da evitare la doppia imposizione sui terreni e rendere finanziariamente piu’ attraenti le nuove costruzioni”.

Il report del Fondo Monetario Internazionale ha inoltre richiesto l’adozione di misure mirate ad aumentare l’offerta di lavoro per favorire l’occupazione tra le donne, i lavoratori più anziani, e gli immigrati.

Le misure proposte includono la riduzione del cuneo fiscale per incentivare l’offerta di lavoro da parte dei rifugiati e dei lavoratori a basso reddito.