La Francia e la Germania rilanciano un piano di armonizzazione dei loro regimi di tassazione delle società esaminando le modalità per giungere ad una maggiore e più profonda integrazione nell’ambito dell’Unione Europea.

La misura di armonizzazione del sistema di tassazione delle società è stato preso nuovamente in considerazione dai due Paesi dopo le riunioni fra i leader francesi e tedeschi ed i Ministri delle Finanze il 22 maggio, segnalando il desiderio soprattutto da parte del nuovo Presidente francese, Emmanuel Macron, di portare avanti una maggiore cooperazione economica nell’ambito dell’Unione Europea.

Il tutto è iniziato quattro anni dopo che il Ministro tedesco della Finanze, Wolfgang Schauble, e la sua controparte francese, Pierre Moscovici, hanno rilasciato una dichiarazione congiunta, sottolineando il loro impegno a rafforzare la cooperazione tra i due Paesi, in particolare nell’ambito dell’armonizzazione fiscale e nella lotta all’evasione fiscale internazionale.