Il 31 gennaio 2018, il Governo moldavo ha approvato il trattato sull’imposta sul reddito con la Georgia. Il trattato, firmato il 29 novembre 2017, è il primo del suo genere concluso tra i due paesi e entrerà in vigore dopo lo scambio degli strumenti di ratifica.

Il trattato è stato firmato in seguito al Business Forum tra Georgia e Moldavia tenutosi a Tbilisi, nell’aprile 2017, nel corso del quale i partecipanti hanno analizzato le opportunità commerciali tra i due paesi nel settore agricolo, di consulenza, tessile, delle tecnologie dell’informazione e nel settore del turismo e dello sviluppo.

Le parti hanno firmato una convenzione per evitare la doppia imposizione e per prevenire l’evasione fiscale in materia di imposte sul reddito, al fine di sostenere lo sviluppo della cooperazione tra le comunità imprenditoriali dei due paesi.

Il trattato copre l’imposta sugli utili e l’imposta sul reddito della Georgia, nonché l’imposta sul reddito della Moldavia. In termini di aliquote sulla ritenuta d’acconto, i tassi massimi del 5% sono stati stabiliti su dividendi, interessi e royalties.

In base a quanto previsto dal trattato in questione, il concetto di stabile organizzazione include un cantiere o un progetto di costruzione e/o installazione dalla durata superiore a 6 mesi in un periodo di dodici mesi. Lo stesso vale per la fornitura di servizi (compresa la consulenza) della durata di oltre 3 mesi in un periodo di dodici mesi.

Entrambi i paesi applicheranno il metodo del credito e il metodo dell’esenzione con progressione per l’eliminazione della doppia imposizione.