Il Fondo Monetario Internazionale ha esortato il Messico ad aumentare le entrate fiscali non petrolifere ed i livelli di tax compliance, in particolare nel settore dell’imposta sul valore aggiunto.

Mentre da un lato il Fondo Monetario Internazionale ha elogiato il governo messicano per la sua adesione agli obiettivi di consolidamento fiscale, dall’altro lato ha raccomandato una serie di misure per garantire una base di entrate.

Il Fondo Monetario Internazionale ha raccomandato di ridurre la portata delle esenzioni IVA e di compiere ulteriori sforzi per contrastare l’evasione fiscale ed ampliare la base imponibile.

Nel rapporto è stato suggerito che l’aumento delle entrate derivanti dalle tasse sulla proprietà contribuirebbe a sostenere le risorse dei governi locali nel medio termine.

Il Fondo ha anche proposto al Messico di adeguare il suo regime fiscale societario nel caso in cui gli Stati Uniti riescano a far passare una legge sulla riforma fiscale con una sostanziale riduzione delle imposte sulle società, come viene proposto attualmente.