Il Fondo Monetario Internazionale ha comunicato, nella sua relazione, che il Myanmar deve raddoppiare il suo gettito fiscale dal 7,5% fino al 15% del PIL, per finanziare misure volte a sostenere la crescita economica del Paese.

La relazione afferma che il Myanmar, che ha uno dei più bassi oneri fiscali effettivi in tutto il mondo, aveva aumentato le sue entrate fiscali attraverso gli sforzi operati dal Paese per migliorare l’amministrazione tributaria e attraverso la costruzione di un grande ufficio Imposte nel 2014.

Il FMI ha dichiarato, inoltre, che il Myanmar deve continuare ad effettuare una revisione del suo sistema fiscale ad un livello più profondo.” Si raccomanda alle autorità di aggiornare la normativa fiscale ed, in particolare, la legge sul reddito. Occorre introdurre misure anti-corruzione, semplificare le esenzioni fiscali e gli incentivi, migliorare ulteriormente l’amministrazione tributaria attraverso l’approvazione del disegno di legge sulla riforma dell’amministrazione fiscale.