Il Fondo Monetario Internazionale ha dichiarato che la Nigeria deve introdurre una serie di riforme fiscali nel 2017 al fine di ridurre la sua dipendenza dalle entrate petrolifere.

Il Fondo Monetario Internazionale ha sottolineato che la priorità del Paese è quella di aumentare l’imposta sul valore aggiunto e le accise, rafforzando le procedure di conformità e riducendo le esenzioni.

Inoltre, il Paese deve affrontare il suo deficit di bilancio attraverso “una maggiore trasparenza e controllo.”

A febbraio, il Ministro del Bilancio e della Pianificazione Nazionale Nigeriano, Udoma Udo Udoma, ha negato che il Governo aumenterà le imposte e si concentrerà invece sul controllo dell’ottemperanza alle regole.

Circa il 60% delle entrate della Nigeria deriva dal petrolio.