finalndSecondo il Fondo Monetario Internazionale (FMI), le misure di politica fiscale nell’ultimo bilancio della Finlandia avranno solo un piccolo impatto sulle entrate.

Il Fondo monetario internazionale ha affermato all’articolo IV del rapporto di Consultazione 2015 per la nazione, che le misure volte ad aumentare le entrate del governo per il 2016-19 includono la graduale eliminazione della deducibilità fiscale degli interessi ipotecari e l’aumento delle accise. Queste misure saranno ampiamente compensate, tuttavia, dai minori proventi e imposte sulle società, tra cui un aumento del credito di imposta sul reddito guadagnato.

La proposta di bilancio include anche la tassazione per i sussidi di disoccupazione allo scopo di generare lo 0,1 per cento del prodotto interno lordo (PIL) per l’anno 2016-17. Il FMI ha avvertito che questa proposta aumenterebbe il costo del lavoro in un momento in cui la domanda di lavoro è già debole. Quindi ha esortato le autorità a ritardare l’aumento delle tasse fino a quando la disoccupazione è più vicina ai livelli normali.