costa-rica-890669_640Il Fondo Monetario Internazionale ha accolto con favore la strategia a medio termine del Governo della Costa Rica volta a rafforzare le finanze pubbliche per circa il 2,5% del prodotto interno lordo (PIL) con l’introduzione di misure per incrementare la riscossione delle imposte.

In una dichiarazione rilasciata dal Fondo Monetario Internazionale e’ stato evidenziato che la strategia del Costa Rica è appropriata viste le scarse entrate del Paese rispetto a quelle di altri Paesi a reddito medio-alto.

Tuttavia, nella dichiarazione viene evidenziato che le autorità devono mirare ad un aggiustamento fiscale pari al 3,75% del Prodotto Interno Lordo, al fine di stabilizzare il rapporto tra debito pubblico e Prodotto Intero Lordo.

Infatti, un parziale aggiustamento fiscale – nel caso in cui le proposte di riforma fiscale attualmente al Congresso dovessero venire respinte e gli sforzi per contenere la spesa dovessere risultare insufficienti – porterebbe ad un protrarsi del disavanzo di bilancio e ad un significativo accumulo di debito supplementare.

Diversamente, un aggiustamento fiscale completo andrebbe a creare una situazione molto piu’ favorevole. E’ tuttavia necessario che il Congresso approvi tutte le misure fiscali presentate, insieme ad una riduzione dell’aumento della spesa pubblica al fine di mantenerla, per tutto il medio termine, al di sotto dei valori di espansione del PIL nominale.