sky-1111893_640Moody’s Investor Service ha detto che le prospettive di credito dei Peasi del  Consiglio di Cooperazione del Golfo (CCG) dipendono dalla loro capacità di dare attuazione a delle misure di bilancio a medio termine capaci di frenare l’erosione delle finanze pubbliche a causa dei bassi prezzi del petrolio.

Secondo Moody’s, il disavanzo di bilancio del Consiglio di Cooperazione del Golfo sara’ all’incirca pari al 12,5% del PIL regionale nel 2016, rispetto al nove per cento del 2015.

Ha inoltre aggiunto che probabilmente il deterioramento della situazione di bilancio sara’ piu’ rapido in Arabia Saudita, Bahrain e Oman rispetto agli Stati Arabi Uniti, Qatar e Kuwait, dove le riserve possono aiutare ad attutire l’impatto negativo a breve termine e consentire un aggiustamento graduale.