La Commissione Europea ha pubblicato oggi una comunicazione nella quale sono tratteggiati tutti i possibili scenari relativi ad un’eventuale hard Brexit. In tale comunicato, si mette a fuoco, inoltre, la lunga questione della continuità dei contratti che si trovano a cavallo della data della Brexit. Quest’ultima è diventata un pensiero costante per le associazioni di mercato e per le imprese finanziarie, preoccupate che la mancanza di una licenza o di una registrazione europea per poter svolgere business nel Regno Unito possa compromettere i contratti esistenti, impedendone l’esecuzione. La questione è stata particolarmente preoccupante per quelli nei mercati assicurativo, bancario e dei derivati. Ad esempio, i fornitori dei servizi nel Regno Unito sono preoccupati che i loro clienti europei possano utilizzare la Brexit come “un via libera” per venir meno agli obblighi contrattuali qualora questi dovessero uscire dal denaro. Al contrario, i clienti dell’Unione Europea che hanno stipulato polizze con assicurazioni e banche britanniche hanno temuto di non poter essere in grado di ricevere legalmente i pagamenti o rilasciare depositi dopo la Brexit.

Nella nostra precedente nota dal titolo: “Continuity Of Contracts And Business On A “Hard” Brexit: Human Rights And Reverse Solicitation To The Rescue!” abbiamo espresso il nostro punto di vista in base al quale eventuali preoccupazioni sul fatto che l’esecuzione dei contratti possa essere compromessa sono in ultima analisi esagerate, poiché i contratti finanziari creano diritti di proprietà che sono tutelati dalle Leggi dell’Unione Europea e dalle Convenzioni internazionali sui diritti umani.

Auspicabilmente, la Commissione Europea ha annunciato oggi di non ritenere che vi sia un problema con la continuità dei contratti nel contesto dei servizi finanziari. La comunicazione afferma che:

“In relazione ai contratti, in questo frangente, non sembra esserci una questione di natura generale legata alla continuità del contratto perché in linea di principio, anche dopo il ritiro, l’adempimento degli obblighi esistenti può continuare. Tuttavia, ogni tipo di contratto deve essere esaminato separatamente. “