car2Subito dopo la decisione del governo cinese di dimezzare l’aliquota d’imposta per l’acquisto di piccoli veicoli dal 1° ottobre 2015, il volume delle vendite di tali macchine ha mostrato un incremento annuo del 22,5 per cento a livello nazionale.

Nel tentativo di rilanciare il mercato automobilistico del paese, il governo ha tagliato la tassa di acquisto al cinque per cento, dal 10 per cento, sui veicoli con motori più piccoli di 1,6 litri. L’aliquota d’imposta ridotta rimarrà in vigore fino alla fine del 2016.

Dal settembre 2014, gli acquirenti di veicoli elettrici hanno goduto di una riduzione fiscale. Tali veicoli sono stati esentati dalla tassa di acquisto del 10 per cento, al fine di sostenere lo sviluppo di una industria automobilistica cinese di nuova energia e aiutare il governo nei suoi sforzi per migliorare la qualità dell’aria nelle principali città della Cina.