r&d3Il 21 ottobre, alla riunione esecutiva del Consiglio di Stato è stato deciso di estendere la portata dell’attuale detrazione del 150% per l’R&D (ricerca e sviluppo).

Dal primo gennaio 2016, ulteriori attività di ricerca e sviluppo diventeranno ammissibili, infatti sarà consentito alle società di applicare la detrazione fiscale sulle spese per la ricerca e sviluppo sugli ultimi tre anni.

Inoltre, dalla stessa data, le politiche fiscali preferenziali sul reddito per le piccole e medie imprese high-tech sarà esteso a tutto il paese. Tali politiche includono il differimento nel corso di cinque anni di imposta sul reddito sui premi azionari ai dipendenti e, per i singoli investitori, sulla capitalizzazione degli utili non distribuiti e sulle riserve.