imagesI delegati del Cile e della Commissione Economica Eurasiatica (CEE), l’organo esecutivo dell’Unione Economica eurasiatica (EEU), composta da Armenia, Bielorussia, Russia, Kazakistan e Kirghizistan, si sono riuniti il 3 ottobre per discutere sulla conclusione di un accordo di libero scambio (Free Trade Agreement).

Durante l’incontro, Pablo Urria, l’amministratore delegato della Direzione Generale del Cile per gli affari economici internazionali (DIRECON), ha detto che il Cile è intenzionato a firmare un accordo di libero scambio con l’Unione Economica eurasiatica. Egli ha poi esortato le due parti a continuare i lavori per la conclusione dell’accordo.

Nel giugno di quest’anno, il Cile e l’UEE hanno firmato un accordo di cooperazione con il fine di concludere un accordo di libero scambio. I settori di cooperazione contemplati dall’accordo sono le tariffe, i trasporti, l’energia e l’agricoltura.

Nel 2014, il commercio tra il Cile e la Russia è cresciuto del 18 per cento anno dopo anno, raggiungendo gli 828 milioni di dollari Usa. Le esportazioni del Cile verso la Russia sono state pari a 768 milioni di dollari, mentre le esportazioni russe verso il Cile ammontano a 60 milioni di dollari.