La Banca Mondiale ha dichiarato che la Somalia ha bisogno di ampliare la base imponibile per aumentare il gettito fiscale e ricostruire il Paese.

Le entrate nazionali in percentuale del PIL rimangono molto basse in Somalia, sono solo del 2,8 %, rendendo incapace il Governo di fornire servizi, anche se la mobilitazione del reddito nazionale è migliorata notevolmente negli ultimi cinque anni.

Il fatturato interno è cresciuto del 36% nel 2015, passando da circa 84 milioni di Dollari nel 2014 a 114.3 milioni di Dollari nel 2015.

La Banca Mondiale ha dichiarato che la crescita economica è stata piatta, con un calo dell’1,4% arrivando a 112,7 milioni di Dollari nel 2016. Le imposte sul commercio internazionale, soprattutto le imposte doganali rimangono la principale fonte del reddito nazionale della Somalia .

La Banca Mondiale ha dichiarato che “una base imponibile limitata e l’assenza del quadro giuridico e normativo necessari per gestire la raccolta e l’amministrazione del reddito ha creato un divario fiscale del 70-80%”. Un programma di riforma delle imposte – insieme ad una migliore gestione delle finanze pubbliche – potrebbe aumentare le entrate nazionali”.