Bahamas-flag-istockLe Bahamas hanno visto una riduzione del disavanzo di bilancio di oltre il 60 per cento nei primi tre mesi dell’anno fiscale, che ha avuto inizio il 1° luglio, a seguito dell’introduzione dell’IVA.

Il 1° gennaio 2015, il nuovo regime IVA è stato introdotto con un’aliquota del 7,5 per cento. La misura è una delle tante introdotte negli ultimi anni per sostenere l’obiettivo della Bahamas di diventare membro dell’Organizzazione mondiale del commercio.

Le nuove statistiche della Banca centrale mostrano che il deficit nel periodo di tre mesi è sceso da BSD 91.6 m (USD 91.6m) a BSD 60.3 m, dopo che le entrate fiscali sono aumentate di BSD 120.6 m. Le Bahamas hanno ricevuto BSD 165 m in entrate IVA.

Le entrate fiscali sono aumentate del 40 per cento durante il periodo di tre mesi, nonostante un calo dell’11 per cento dei proventi derivanti dalla tassazione sul commercio internazionale.

Con l’eliminazione della tassa di soggiorno nel gennaio 2015, dopo l’introduzione dell’IVA, le imposte sui servizi erano quasi trascurabili per BSD 0.1 m, a fronte di BSD 12 m dell’anno prima.