Hong Kong e l’Arabia Saudita hanno firmato un accordo globale per evitare la doppia imposizione fiscale.

L’accordo delinea la ripartizione dei diritti di imposizione fiscale tra le due giurisdizioni. Per effetto di tale accordo, qualunque imposta araba saudita versata dalle società di Hong Kong verrà considerata un credito rispetto a qualunque imposta dovuta a Hong Kong sugli stessi profitti, fatte salve le disposizioni previste dalla legislazione di Hong Kong. Le imposte dovute dalle società arabe ad Hong Kong verranno invece dedotte dall’imposta versata sul medesimo reddito in Arabia Saudita.

Tale accordo prevede una ritenuta alla fonte sui dividendi del 5%. Le royalties versate per l’uso di attrezzature industriali, commerciali o scientifiche saranno tassate al 5%, con tutti gli altri pagamenti delle royalty che prevedono un’aliquota dell’8%.

L’accordo entrerà in vigore dopo che entrambe le parti avranno completato le rispettive procedure di ratifica nazionali.