Foto Singapore-Francia

L’Accordo tra la Francia e Singapore per evitare la doppia imposizione fiscale è entrato in vigore il 1 giugno 2016.

Per effetto di tale Accordo, la ritenuta alla fonte sui dividendi e’ generalmente limitata al 15 % ; mentre e’ previsto un tetto del 5% laddove il beneficiario effettivo sia una societa’ che detiene direttamente o indirettamente almeno il 10 % del capitale azionario della societa’ che paga i dividendi. La ritenuta alla fonte sugli interessi sara’ soggetta ad un’aliquota massima del 10%.

Successivamente, il trattato prevede che le royalties generate in un Paese e possedute da un soggetto residente in un Paese diverso saranno tassabili soltanto in quest’ultimo Paese. Tuttavia, le royalties ricevute come corrispettivo per l’uso, o la concessione in uso, di un diritto d’autore su opere letterarie o artistiche, comprese le pellicole cinematografiche e le registrazioni per trasmissioni radiofoniche o televisive, o per informazioni concernenti esperienze commerciali, saranno tassate in base alla legge del paese in cui vengono generate.

Il Trattato inoltre contiene disposizioni per prevenire eventuali abusi dello stesso; per risolvere le controversie derivanti dal trattato attraverso mutui accordi; e per lo scambio di informazioni fiscali tra le amministrazioni dei due Paesi.

Le disposizioni del Trattato produrranno effetti a partire dal 1 gennaio 2017.