euIl Ministro indiano del Commercio e dell’Industria, Nirmala Sitharaman, ha detto che la nazione è pronta a rivedere i colloqui per un accordo di libero scambio con l’Unione europea, nonostante la precedente situazione di stallo creatasi in merito a diverse questioni, che hanno portato ad accantonare la trattativa.

Nel febbraio del 2013, la Commissione europea ha riferito che “i contorni di un accordo” stanno emergendo, ma “entrambe le parti devono impegnarsi a redigere l’accordo.” Da allora si sono tenuti quindici diversi negoziati, cominciati nel 2007, e le preoccupazioni sono derivate dal fatto che si stava facendo “lenti e dolorosi” progressi. Successivamente, a maggio, si è deciso che certe questioni non possono essere risolte, compresi i negoziati sulle riduzioni tariffarie, sugli standard di sicurezza dei dati, in particolare sull’accesso al mercato IT per l’India, e sulla libera circolazione delle persone.

Il 23 marzo, Sitharaman ha detto ai giornalisti che l’India e l’UE stanno rivedendo i colloqui, ed ha assicurato l’ambasciatore e gli ambasciatori dei singoli paesi dell’Unione europea, che l’India è pronta a comunicare con la comunità europea.”