Le Seychelles hanno introdotto il 1 giugno 2018 un nuovo sistema progressivo dell’imposizione sui redditi per gli individui.

Per i soli cittadini, il primo SCR8,555.50 (USD629) del reddito imponibile è esente dall’imposta sul reddito. Un’aliquota del 15% si applica sul reddito fino a 10.000 SCR, a partire dalla prima rupia guadagnata per i non cittadini. Il reddito fino a SCR83.333 è soggetto ad un’aliquota del 20% ed il 30% si applica ai redditi superiori a tale soglia.

Al fine di supportare i contribuenti e i datori di lavoro nel calcolare l’imposta sul reddito, l’Agenzia delle Entrate delle Seychelles ha pubblicato un calcolatore.

Fatte salve le condizioni stabilite nel secondo prospetto della Legge sul reddito e la tassa sui benefici non monetari, i seguenti pagamenti non sono imponibili secondo il nuovo regime:

  • un emolumento derivato da una persona avente diritto ai privilegi ai sensi della Legge sui privilegi e sulle immunità;
  • un emolumento è un rimborso effettuato da parte di un datore di lavoro verso un lavoratore dipendente per l’utilizzo del veicolo a motore del dipendente a beneficio del datore di lavoro
  • pensione di anzianità;
  • pagamenti per lavoro straordinario;
  • compensazione;
  • costo di servizio;
  • un pagamento gratuito;

Gli obblighi di conformità hanno subito cambiamenti a partire dall’introduzione del regime. È stato previsto un nuovo modulo per gli stipendi ed è stato aggiornato il Business Activity Statement (BAS) mensile.

L’Agenzia delle Entrate ha dichiarato che i due moduli devono essere presentati entro 21 giorni dalla fine del mese applicabile. Il modulo per le buste paga è stato sviluppato per aiutare i datori di lavoro a calcolare le loro obbligazioni di ritenuta d’imposta mensile sul reddito.

Per i datori di lavoro con meno di 10 dipendenti, la dichiarazione dei salari può essere presentata manualmente o elettronicamente utilizzando la funzione E-Service dell’Agenzia delle Entrate.

Le aziende, inoltre, devono presentare una relazione sullo status dei dipendenti. La prima scadenza è il 21 luglio, insieme alla dichiarazione sui salari. Dopo questa prima scadenza, il rapporto sullo status dei dipendenti deve essere aggiornato ed inviato ogni anno il 21 gennaio.